giovedì 10 marzo 2016

Risotto alla birra rossa saltato, 
funghi porcini, yogurt 
ed erba cipollina 


Se il risotto non sarà finito, lo riutilizzerò domani.
Da un po' di tempo sto dando una mano a studiare ad una bambina delle elementari e mi sono ritrovata davanti all'analisi logica, alle preposizioni e ai verbi. 
In particolare abbiamo un problema con il futuro anteriore. 
Sarà finito indica un'azione che si svolge nel futuro, che, tuttavia, è anteriore rispetto al futuro semplice (riutilizzerò) e che, quindi, a lei sembra passato.
Un passato nel futuro. Suona un po' come una battuta di Interstellar, non so se l'avete visto... 
Vi lascio la ricetta di questa settimana pensata tutta in funzione del futuro anteriore ;)
E

Ingredienti:
- risotto avanzato dal giorno prima (io l'ho preparato con del riso carnaroli della Cascina Candiana, sfumandolo con una birra rossa, cuocendolo con brodo vegetale e mantencandolo con burro e parmigiano);
- funghi porcini secchi;
- 1 spicchio d'aglio;
- prezzemolo;
- yogurt intero;
- erba cipollina;
- olio evo;
- sale q.b.

Mettete a bagno i funghi in acqua calda finché non saranno morbidi, sciacquateli e stendeteli su un foglio di carta assorbente per farli asciugare.
In una padella scaldate un goccio d'olio con lo spicchio d'aglio (vestito, schiacciato), saltate i funghi, salate e aggiungete il prezzemolo tritato (se vi piace potete sfumare con un goccio di vino bianco). Una volta pronti metteteli da parte.
Scaldate una padella antiaderente, versatevi il risotto (freddo) senza aggiungere grassi, compattandolo con un cucchiaio di legno (io per dare la forma circolare ho usato un coppapasta appoggiato direttamente sulla padella, ma potete anche occupare tutta la superficie, a modi frittata o rosti, per intenderci).
Lasciate dorare la superficie circa 5 minuti per lato.
Servite, aggiungete sopra i funghi e a lato una cucchiaiata di yogurt, finendo con un pizzico di erba cipollina tagliata fine.




Nessun commento: