martedì 19 gennaio 2016

Wok di riso con cavolo nero, cipolla, 
salsa di soia e anacardi


Vi piace la cucina "etnica"? 
A me moltissimo.
Mi è sempre piaciuto mangiare cose che non avevo mai provato prima, mi incuriosisce assaggiare nuovi ingredienti di cui magari non conosco la forma e il colore che hanno prima di essere cotti.
Sono abbastanza spavalda da questo punto di vista, non mi tiro indietro di fronte a baracchini che spaventerebbero qualsiasi operatore sanitario, sfido la salmonella fino al punto che dal ritorno dal Messico parecchi anni fa in aereo mi sono ricoperta di macchie dalla dubbia provenienza...
Uno dei ricordi più belli legato al cibo è di quando ero ospite a casa di una zia di un'amica a Barcellona e la "tata" sudamericana dei bambini ha preparato una cena tradizionale, di cui ricordo sapori e profumi deliziosi, anche se tuttora ignoro cosa io abbia mangiato quella sera.
Il mistero legato agli ingredienti fa parte del fascino della cucina, della cucina straniera a maggior ragione.
Ho sempre ritenuto pericoloso cucinare "etnico" e scriverne sul blog: incappare nelle ire dei custodi della cucina nazionale...Tuttavia la riuscita di questo piatto mi dà coraggio e mi spinge a darvene la ricetta.
C'è il cavolo nero, che è più toscano che cinese, ci sono uova e cipolle, ma c'è anche la salsa di soia e gli anacardi e un sapore che vi conquisterà, in più è velocissimo da preparare e se non riuscite a mangiarlo con le bacchette e vi state guardando un film sul computer come la sottoscritta potete usare la forchetta che non vi vede nessuno!
E

Ingredienti (per 2 persone):
- 140 g di riso;
- 1/2 cipolla bionda;
- 2 uova;
- cavolo nero;
- salsa di soia q.b.;
- 1 pugno di anacardi;
- olio evo/semi.


Lessate il riso per una decina di minuti in acqua poco salata perché verrà condito con la salsa di soia che è di suo molto saporita(deve essere un po' al dente perché andrà saltato).
Nel wok fate dorare la cipolla tagliata a fettine non troppo sottili con un goccio d'olio (extra vergine d'oliva o di semi, se volete essere più fedeli alla cucina cinese), aggiungete le due uova e stracciatele velocemente con un cucchiaio di legno, unite il cavolo tagliato abbastanza fino, il riso, la salsa di soia (aggiungetene poco alla volta, assaggiando per vedere quando raggiungete la sapidità desiderata) e gli anacardi. Saltate o girate il tutto con il cucchiaio.
La cottura nel wok è molto veloce e a fiamma abbastanza alta: da quando rompete l'uovo a quando spegnete il fuoco passano massimo 5 minuti e, inoltre, non si deve aggiungere sale perché c'è già la salsa di soia.



Nessun commento: