sabato 19 dicembre 2015

Pennette rigate con sgombro sott'olio, capperi, 
scorza di mandarino e finocchietto


In queste settimane ho fatto l''extra' in cucina per una società di catering: mondo diversissimo da quello del ristorante, molto interessante anche se meno 'romantico' della piccola cucina.
Ho trasportato forni, spalmato tartine con guanti da chirurgo, ho visto preparare un risotto per 500 persone (mantecandone personalmente sei chili), ho messo la salsa su 500 branzini e tolto svariate pellicole dalle coppette dei dolci, ho spinto muletti con su bancali carichi di contenitori, ho infilato innumerevoli bicchieri in appositi cestini di plastica, sono stata interrogata sulla mia età e ho lasciato di sasso due liceali (troppo vecchia :D), mi sono cambiata le scarpe e la casacca in bagno, ho preso il motorino e sono tornata a casa ridendo sotto il casco...
E

Ingredienti (per 2 persone):
- 180 g di penne rigate;
- 1/4 di cipolla dorata;
- 2 filetti di sgombro sott'olio;
- 1 peperoncino fresco;
- 10 capperi sotto sale (sciacquati e lasciati a bagno almeno mezz'ora);
- scorza di mandarino;
- finocchietto;
- sale;
- olio evo.

Tagliare le cipolle a fettine sottili, soffriggerle in un goccio d'olio, aggiungere lo sgombro, i capperi (strizzati), il peperoncino tagliato e metà e aggiustare di sale.
Cuocere la pasta 2/3 del tempo indicato sulla confezione, scolarla e saltarla in padella; aggiungere una grattugiata di scorza di mandarino (ben lavato!) e spegnere il fuoco. Servire e guarnire con il finocchietto.




sabato 12 dicembre 2015

Gnocchi di patate al sugo di noci

Mancano già due settimane a Natale, possibile? Non c'è neve neanche in montagna...
Io mi sono un po' portata avanti con i regali, l'albero, date le dimensioni miniaturizzate, è fatto, lo spirito, se non la neve, arriverà per tempo...
Chi fra voi "prescelti" amministratori di pranzi e cene ha già deciso il menù delle Feste?  
Qui vi lascio la ricetta del mio sugo di noci, un'idea per condire il primo della Vigilia/di Natale/di Capodanno, è buonissimo con i ravioli di magro, gli gnocchi, come nel mio caso, ma anche con della semplice pasta secca.
Alla prossima!
E

Ingredienti:
- 20 noci;
- la mollica di un panino raffermo;
- 1/2 bicchiere di latte;
- 1/3 spicchio d'aglio;
- 1 cucchiaio di parmigiano reggiano grattugiato;
- sale;
- pepe;
- olio.

Con un coltello asportate la crosta del panino e mettete a bagno la mollica nel latte; sbucciate le noci, mettetele nel mixer con l'aglio, la mollica, insieme al suo latte, il parmigiano, un pizzico di sale, un pizzico di pepe, circa tre cucchiai d'olio e frullate brevemente il tutto.









martedì 1 dicembre 2015

'Fake' frangipane alle mele


La frangipane è una crema a base di mandorle con cui si può farcire la frolla, io ho scelto di provare a prepararla con le noci per evitare che prendessero il controllo della casa dal momento che ne avevo una quantità enorme... vi lascio la ricetta cosicché possiate cimentarvi!
Buona settimana!
E

Ingredienti (per 2 teglie da 15x30 cm):
- 1 dose di pasta frolla (200 g di farina; un pizzico di sale; 45 g di zucchero; 100 g di burro freddo; 1 uovo);
- 4 mele (piccole);
- 90 g di burro a temperatura ambiente;
- 100 g di noci già sbucciate;
- 90 g di zucchero;
- 1 pizzico di sale;
- 1 uovo.

Sbucciare le noci e tritarle nel mixer insieme allo zucchero e a un pizzico di sale; in una ciotola unirle al burro morbido e con un cucchiaio mescolare fino all'ottenimento di una crema, aggiungere anche l'uovo e, quando si sarà ben amalgamato, lasciar riposare in frigo per una decina di minuti.

Intanto riscaldare il forno a 180 °C, stendere la pasta frolla e poi rivestirvi la teglia, cuocere alla cieca (coperto con un foglio di carta da forno, con sopra dei legumi o del riso per evitare che l'impasto si gonfi) per una decina di minuti. Estrarre dal forno la teglia, togliere i legumi e il foglio e disporre le mele (sbucciate e tagliate a fettine sottili) dall'alto verso il basso in parte sovrapposte; riempire gli spazi con la crema alle noci e cuocere a 170° C per almeno mezz'ora. Lasciar raffreddare e spolverizzare con lo zucchero a velo.





mercoledì 25 novembre 2015

Tempo di Natale e di biscotti!

L'anno scorso è stato il primo Natale del Topicco e per festeggiarlo avevo scelto la ricetta dei biscotti che preparo sempre in questo periodo...
Quest'anno ho pensato di mettermi a vostra disposizione per prepararveli personalmente!
Dunque, se pensate che sia un'idea carina per un pensiero di Natale scrivetemi una mail a:


P.s.: su richiesta verranno sfornati anche biscotti profumati allo zenzero, cinnamon rolls e altre golositá natalizie!
Baci
E



giovedì 19 novembre 2015

 Insalata di mele con olive greche, erborinato di capra 
barba di finocchio

Lo scorso weekend è stato il primo dopo sei mesi che non lavoravo e sono andata in montagna, a Bormio, per essere precisi.
Pur partita con le migliori intenzioni, equipaggiata da escursionista con tanto di scarponcini e maglietta termica per le grandi sudate sono tornata senza aver fatto neanche una passeggiata: dislivello massimo a piedi 20 metri presumo. 
Ho però fatto scorta di formaggi e dormito molto, due cose di cui avevo evidentemente un gran bisogno :D

Ingredienti:
- 1 mela biologica;
- 40 g di erborinato di capra;
- 5 olive greche;
- olio evo;
- pepe nero;
- sale q.b.;
- 'barba' del finocchio/finocchietto.

Tagliare a spicchi la mela rimuovendone il torsolo, condirla con un pizzico di sale, pepe e un filo d'olio; in un piatto fondo spalmare il formaggio in senso circolare con il dorso di un cucchiaio, disporvi nel centro le mele, aggiungere qua e là le olive e guarnire con la barba del finocchio/finocchietto.



mercoledì 11 novembre 2015

Frittata con spinacini freschi, gorgonzola 
e noci

Ho preso una piccola pausa dal blog la scorsa settimana perché era la mia ultima settimana di lavoro presso il ristorante Erba Brusca...
Quindi questo post mi serve innanzitutto per ringraziare tutta la banda: l'incredibile Alice Delcourt (la Chef), Danilo (il vino e la musica), tutta la Cucina: Marion, Soda, Murad, Chanch, e , ovviamente tutta la Sala: Micol, Manuela, Micaela, Denny, Marco, Laura e Valentina!
Sono a casa che aspetto il tecnico del frigorifero e penso che ad Erba Brusca a quest'ora si starà decidendo cosa far da mangiare per il personale, magari pasta con i broccoli...
Riparazione del frigorifero a parte, ci sono novità in cantiere più o meno grandi che, più perchè sono ancora in una fase embrionale che per scaramanzia, aspetto a dirvi, d'altronde, per citare la mia compagna di banco del liceo che vive ormai da due anni a Londra con cui ho parlato l'altro giorno,  "l'aria nuova mi piace sempre".
E

Ingredienti:

- 1 uovo
- spinacini;
- gorgonzola;
- noci;
- sale q.b.;
- pepe nero;
- olio evo;

In una padella saltate gli spinacini con un filo d'olio, sale e pepe. Sbattete l'uovo con un pizzico di sale; mettete un goccio d'olio in una seconda padella e lasciatela scaldare; versatevi l'uovo (per ottenerlo di forma sferica precisa potete usare un coppapasta) e cuocete la frittata tre minuti circa per parte; servitela con sopra gli spinacini, il gorgonzola tagliato a grossi cubetti, le noci e una spolverata di pepe.






sabato 31 ottobre 2015

Riso venere in zucca con pecorino senese, cipolla arrosto, 
paprica dolce e foglie di timo


Stamattina sveglia presto, perché anche se non devo essere al ristorante prima delle 10 dovevo assolutamente pubblicare questa ricetta nella giornata di oggi, per prima cosa perché è Halloween e quindi la zucca è d'obbligo, e poi perché magari avete un po' di vacanze/ferie e, dunque, un po' di tempo per provare a prepararla!

Ingredienti (per 2 persone):

- 1 zucca piccola (divisa a metà);
- 100 g di riso venere;
- 100 g di pecorino senese (o una toma simile);
- 1 cipolla dorata;
- timo;
- olio;

- pepe nero;
- paprica dolce;
- sale q.b.

Dividere la zucca in due metà, rimuovere i semi scavando la parte centrale con un cucchiaio, avvolgerla in due pezzi di stagnola e cuocerla nel forno a 230 °C per circa 30 minuti. 
Durante l'ultimo quarto d'ora di cottura mettere ad arrostire in forno anche la cipolla tagliata a spicchi, con un filo d'olio e un pizzico di sale.
Cuocere il riso venere (circa 18 minuti), scolarlo e trasferirlo in una ciotola. 
Una volta che avrete estratto la zucca dal forno, scavatene 1/3 della polpa e tagliatela a cubetti.
Condire il riso con il formaggio tagliato a dadini, la polpa di zucca, gli spicchi di cipolla arrostita, qualche foglia di timo, olio, sale e pepe.
Trasferite il riso all'interno della due metà di zucca, passate in forno per altri 10 minuti e poi finite con un filo d'olio e un pizzico di paprica dolce sulla superficie.



sabato 24 ottobre 2015

Vellutata di broccoli con yogurt e nocciole tostate 
al profumo di noce moscata


Vi lascio questa ricetta facilissima per il primo freddo e vi consiglio due film che ho visto di recente (entrambi leggeri) con Owen Wilson, l'uno, e con Ben Stiller, l'altro: 'While we are young' ('Giovani si diventa') e 'She is funny that way' ('Tutto può accadere a Broadway').
Buon weekend!
E

Ingredienti (per 4 persone):
- 2 broccoli;
- 1 scalogno;
- olio evo;
- acqua;
- noce moscata;
- nocciole tostate;
- yogurt intero;
- sale q.b.

Tagliare i broccoli a tocchetti, porli in un tegamino con un goccio d'olio e lo scalogno a fettine, salare e cuocerli per circa una decina di minuti con il coperchio finché non sono abbastanza teneri (se occorre aggiungere un po' d'acqua). 
Nel mixer frullare i broccoli, aggiungendo a poco a poco brodo/acqua calda (salata) fino a quando non si raggiunge la giusta densità, grattugiare la noce moscata, regolare di sale e servire con un cucchiaio di yogurt nel centro, guarnendo con le noci tostate.



giovedì 15 ottobre 2015

Crostata con crema di mapo


Cadono le foglie. E' arrivato l'autunno. 
Sono seduta sul pavimento col computer sulle ginocchia che rifletto su come non ci sia periodo dell'anno che mi faccia pensare al trascorrere del tempo più di questa e di come sia importante per chi si occupa di cucina ricordarsi sempre della stagionalità dei prodotti.
Non è uno svantaggio non avere i pomodori d'inverno, non ha senso preparare crostate con le fragole, ci sono conserve e marmellate per questa stagione e per la prossima. 
La terra che produce merita il giusto riposo, l'inverno.
Non occorre forzare la mano per portare qualcosa di buono in tavola, bisogna essere attenti alla stagionalità dei prodotti perché solo così se ne può sentire il vero gusto.

Per la pasta: 
- 200 g di farina;
- 100 g di burro;
- 80 g di zucchero;
- 1 uovo;
- 1/2 bustina di lievito;
- 2 cucchiai di latte;
- scorza grattuggiata di 1 mapo;
- 1 pizzico di sale.
Per la crema:
- 1 cucchiaio abbondante di farina;
- 2 uova;
- 30 grammi di burro fuso;
- 100 g zucchero;
- scorza grattugiata di 1 mapo;
- succo di 4 mapo.

Impastare la farina, la scorza grattugiata del mapo  (ben lavato!), lo zucchero, il pizzico di sale, il burro tagliato a dadini, l'uovo e il lievito sciolto nel latte, finché non si ottiene un impasto omogeneo. Avvolgerlo nella pellicola trasparente e lasciarlo in frigorifero per almeno mezz'ora.
Intanto preparare la crema: a bagnomaria sbattere le uova con lo zucchero e la scorza del mapo, aggiungere la farina, il burro fuso e, sempre mescolando, il succo . Quando si addensa togliere dal fuoco e lasciar raffreddare.
Stendere la pasta in una tortiera conservandone una parte per le "decorazioni, versarvi la crema ormai tiepida e decorare con la pasta rimasta.
Cuocere nel forno ventilato a 180 °C per 30 minuti.
Va conservata in frigo ed è più buona dal giorno dopo!




giovedì 8 ottobre 2015

Fusilli con pesto di zucca, ricotta salata e salvia

Il pesto non è più solo pesto al basilico, ormai è un modo per indicare un condimento per la pasta realizzato con erbe/verdura e frutta secca pestate o frullate a crudo con l'aggiunta dell'olio di oliva... Questo è il mio esperimento con la zucca, non vi resta che provare se vi piace!

Per altri esempi di pesto: 

Ingredienti (per 4 persone):
- 360 g di fusilli;
- 130 g di zucca (già sbucciata);
- 80 g di ricotta salata;
- 2 pugni di mandorle;
- olio evo;
- 1/3 spicchio d'aglio;
- pepe nero;
- 4 foglie di salvia;
- sale q.b.

Tritare la zucca finemente con il coltello, aggiungere un pezzettino d'aglio, le mandorle, il sale, il pepe, la salvia e frullare nel mixer aggiungendo poco a poco l'olio (circa mezzo bicchiere); trasferire il tutto in una ciotola, unire la ricotta salata grattugiata mescolando con un cucchiaio e un ulteriore goccio d'olio. Assaggiare e aggiustare di sale e pepe se occorre.
Cuocere la pasta, diluire il pesto con un paio di cucchiai di acqua di cottura e condirvi i fusilli. Finire con una grattugiata di ricotta salata e due foglie di salvia.



sabato 3 ottobre 2015

Cinnamon rolls


Weekend è sinonimo di colazione, cimentatevi con un questa ricetta svedese di pan brioche al profumo di cannella!

Ingredienti (per 8 rolls):
- 250 g farina;
- 150 g di burro a temperatura ambiente;
- 170 ml di latte;
- 2 cucchiai rasi di lievito;
- 33 g di zucchero
- 1 pizzico di sale.

Per il "condimento":
- 50 g di burro a temperatura ambiente;
- 40 g di zucchero;
- cannella in polvere;
- granella di zucchero.
Sciogliete il burro (150 g) nel latte mettendolo a scaldare in un pentolino (fino a 50 °C).
In una ciotola ponete il lievito, versatevi sopra il latte e il burro mescolando; aggiungete lo zucchero, il sale e, continuando a girare, la farina. Quando la pasta avrà una consistenza elastica spolverate la superficie di farina e  lasciate riposare per circa un'ora. 
Stendere la pasta su una spianatoia infarinata e ricavatene un rettangolo; spalmate la superficie con il burro e zucchero (mescolati insieme in una ciotolina) e spolverate di cannella; arrotolate la pasta formando un lungo cilindro che taglierete in "rotelle" alte di circa 3 cm; capovolgetele piatte su una teglia coperta da carta forno e lasciatele riposare coperte da un panno per una decina di minuti. Spennellate le "rotelle" con l'uovo sbattuto, guarnite con un po' di granella di zucchero e infornate per 8-10 minuti a 225 °C.




giovedì 24 settembre 2015

Millefoglie di polenta con taleggio, porcini e timo


Ok, questa settimana sono in ritardo, lo so, ma martedì ero ancora a Stoccolma (dov'ero per il concerto degli U2!!) e non ho potuto scrivervi la ricetta... Dunque eccola qui: la prima ricetta d'autunno!

Ingredienti (per 6/8 porzioni):

(per la polenta)
- 250 g di farina di mais;
- 1 L acqua;
- 1 pizzico di sale.

(per il ripieno)
- 6 funghi porcini;
- 1 spicchio d'aglio;
- olio evo;
- 1 mazzetto di timo;
- sale;
- 300 g di formaggio taleggio.

Mettere a bollire l'acqua, salata. Quando bolle versare a pioggia la farina di mais mescolando con un cucchiaio di legno; una volta che la polenta si sarà addensata abbassare la fiamma e continuare a cuocere mescolando di tanto in tanto per almeno mezz'ora.
Stendere la polenta su una teglia coperta con carta da forno, livellarla con una spatola il più sottile possibile.
Scaldare il forno a 250 °C e infornare la polenta finché la superficie non sarà dorata (circa 5 minuti).
Saltare i funghi (puliti e tagliati a tocchetti) con lo spicchio d'aglio (vestito, schiacciato), un goccio d'olio e le foglie di timo, salando alla fine.
Tagliare la polenta in quadrati (5x5cm); sovrapporre uno strato di polenta, una fetta di taleggio e un cucchiaio di funghi per due volte. Prima di servire le millefoglie passarle nel forno caldo per due minuti.




mercoledì 16 settembre 2015

Torta delle rose di zucchine e robiola 


Queste sono proprio le ultime zucchine: ormai l'estate sta finendo ed è giusto pensare ai funghi e alla zucca, ma non è detto che questa reinterpretazione dalla celeberrima "Torta delle rose" non possa essere replicata nei prossimi mesi con ingredienti autunnali, dal momento che è semplicissima e si presenta un po' diversa dalle solite torte salate... non vi resta che sperimentare!
E

Ingredienti (per una tortiera con ⌀ 25 cm):
- 1 dose di pasta sfoglia;
- 3/4 zucchine;
- 1 pugno di semi di girasole;
- 200 g di robiola;
- pepe;
- sale.

Tagliate le zucchine sottili per il lungo (se l'avete, usate la mandolina); tagliate a strisce della larghezza delle zucchine la pasta sfoglia, adagiatevi sopra ciascuna una zucchina, salate, pepate, spalmate sulla superficie un po' di robiola e avvolgete il tutto in modo da formare una rotella che andrete ad adagiare sulla tortiera rivestita con carta forno.
Procedete allo stesso modo con tutte le strisce di pasta e comporrete così la vostra torta. 
Cuocete nel forno a 180° C per circa 40 minuti (gli ultimi cinque aggiungete una manciata di semi di girasole).



lunedì 7 settembre 2015

Amaretti
("Amareti") 


Questa ricetta viene da un librettino (Sweeties of Korcula Grannies) che ho comprato tempo fa in Croazia, a Korcula, piccolissima e bellissima isola del Mar Adriatico.
Gli "amareti" sono davvero facili da fare, e si mantengono a lungo in una bella scatola di latta; io li ho portati sulla cima del Monte Resegone settimana scorsa e me li sono gustati a 1800 metri, ma a casa con una bella tazza di tè sono ugualmente buonissimi!

Ingredienti:
- 250 g di mandorle tritate;
- 200 g di zucchero;
- 1 pizzico di sale;
- 1 uovo;
- 1/3 bacca di vaniglia;
- scorza di 1 limone;
- 1 cucchiaio di liquore alle mandorle.


In una ciotola unire tutti gli ingredienti amalgamandoli bene con le mani e lasciar riposare l'impasto così ottenuto per una decina di minuti in frigorifero; ricavare delle palline e adagiarle su una teglia coperta da un foglio di carta da forno.
Cuocere nel forno a 150 °C per 20 minuti; estrarre gli amaretti e lasciarli raffreddare completamente. 





lunedì 31 agosto 2015

Risotto di bianco stracchino con bottarga e scorza di limone

In città si muore ancora di caldo, motivo per cui domani mi sa che scapperò in montagna per la prima passeggiata settembrina...buona settimana!
E

Ingredienti (per 2 persone):
- 160 g di riso carnaroli;
- 1/2 bicchiere di vino bianco;
- acqua;
- sale;
- olio evo;
- 150 g di stracchino;
- 1 limone;
- bottarga di muggine;
- qualche fogliolina di menta.

Per far sì che il risotto sia più bianco possibile al posto del brodo bisogna usare semplicemente acqua e sale.
Versare un goccio d'olio in una pentola, aggiungere il riso e tostarlo per un paio di minuti; aggiungere il vino e lasciar sfumare; unire a poco a poco l'acqua e sale (calda) e cuocere per circa 15 minuti; mantecare con lo stracchino e un ulteriore goccio d'acqua.
Servire il risotto, grattugiarvi sopra la bottarga, la scorza di limone e guarnire con qualche fogliolina di menta.



giovedì 27 agosto 2015

Farinata di ceci


Sono tornata a Milano dopo tre settimane (volate) nelle Marche e ho ripreso il mio stage al ristorante Erba Brusca, gli orari pazzi, il "weekend" di lunedì e martedì, ho riacceso il motorino e ritirato tutta la posta - ad agosto paiono arrivare solo bollette e multe -, mi mancano da fare le lavatrici, mettere via i costumi da bagno e poi sono pronta per l'autunno.
Vi lascio la ricetta della farinata e vi consiglio "Invisibile" di Paul Auster, libro che ho appena finito di leggere e che mi è piaciuto molto.
A presto.
E

Ingredienti (per 8/10 persone):
- 250 g di farina di ceci;
- 700 ml d'acqua;
- 8 g di sale;
- olio evo;
- rosmarino.

Unire la farina di ceci setacciata e il sale; mescolando con una frusta, aggiungere a poco a poco l'acqua e lasciar riposare il composto così ottenuto per un paio d'ore.
Oliare abbondantemente la teglia (con diametro di 40 cm), versarvi il composto e con la frusta amalgamarlo bene all'olio.
Cuocere nel forno preriscaldato a 250 °C per circa 45 minuti (quando mancheranno dieci minuti aggiungere il rosmarino).




giovedì 20 agosto 2015


Salvia fritta

Sapete quando siete ultra convinti di una cosa che in realtà è assolutamente sbagliata?...Ecco, così è successo a me digitando il pin del telefono con eccessiva caparbietà e rimanendo "off-line" per una settimana...
Ritorno con gli auguri in ritardissimo di Ferragosto e la ricetta semplicissima della salvia fritta come soluzione alternativa alle patatine dell'aperitivo (nel mio caso con un buon bicchiere di Pecorino)!
E

Ingredienti:
- farina;
- 1 pizzico di sale;
- acqua gasata/birra;
- salvia;
- olio di arachidi per friggere.

Sfogliate la salvia lasciando un pezzettino di gambo sotto ciascuna foglia.
In una ciotola unite la farina setacciata, il sale e, a poco a poco, l'acqua frizzante/birra, mescolando con una frusta.
In una padella dal bordo alto scaldate l'olio, intingete le foglie di salvia nella pastella e friggetele; tiratele fuori dall'olio con una schiumarola, appoggiatele sulla carta assorbente e, infine, salatele.



sabato 8 agosto 2015

Fusilli con ricotta, zucchine 
e fiori di zucca fritti

La ricetta che vi lascio oggi è simile a quella di un anno fa, ma per me questo è un classico dell'estate e, siccome da qualche giorno sono anch'io in vacanza, non potevo non riproporvela anche se con l'aggiunta dei fiori di zucca fritti, perchè qui a pranzo non si mangia certo l'insalata :D!!
E

Ingredienti (per 4 persone):
- 360 g pasta corta;
- 4 zucchine;
- 2 etti di ricotta fresca;
- 8 fiori di zucca;
- 1 spicchio d'aglio;
- sale e pepe;
- olio evo;

Per la pastella dei fiori di zucca:

- farina;
- 1 pizzico di sale;
- acqua frizzante;
- olio di arachidi.

In una padella scaldare un filo d'olio con lo spicchio d'aglio ('vestito', schiacciato), aggiungere le zucchine tagliate a rondelle, salare e cuocere per circa 15 minuti.

In una ciotola unire ad un po' di farina (circa un etto) un pizzico di sale e dell'acqua frizzante mescolando con  una frusta fino ad ottenere un composto liscio e abbastanza liquido; immergervi i fiori di zucca (a cui avrete tolto il pistillo) ad uno ad uno e poi friggerli nell'olio bollente; salarli.
Cuocere la pasta, scolarla e condirla con la ricotta, un goccio d'olio e una spolverata di pepe; aggiungere le zucchine e, infine, i fiori di zucca fritti.



mercoledì 29 luglio 2015

Crostini di pane nero con peperoni arrosto, acciughe, 
capperi e origano


Fra una settimana vado nelle Marche, la mia "seconda terra", raggiungo Biscotto (il cane), il mare, la bici, le ciabatte, la parlata "sbiascicata", il pesce fritto, il porto e l'orto...come al solito non vedo l'ora!
Vi lascio questa ricetta veloce, pausa mentre preparavo la valigia e spuntino mentre davo una mano di vernice in bagno... ci credo che le donne si (auto)definiscano "multitasking"! :D
E

Ingredienti (per 8 crostini):
- pane "nero";
- due peperoni rossi;
- 1 spicchio d'aglio;
- capperi;
- acciughe sott'olio; 
- origano;
- olio evo;
- sale q.b.

Tagliare i peperoni rimuovendo il gambo e i semi; disporli in una pirofila con un goccio d'olio, uno spicchio d'aglio ('vestito', schiacciato) e una spolverata di origano; salare e cuocere nel forno a 220 C° per circa 30 minuti. 
Tostare nel forno già caldo il pane tagliato a fette per un paio di minuti.
In una ciotola trasferire i peperoni arrosto, aggiungere due acciughe sott'olio a pezzetti, qualche cappero e mescolare delicatamente; disporre sul pane e finire con un pizzico di origano.



venerdì 24 luglio 2015

La frittata di pasta


La frittata di pasta è un piatto che preparava la nonna, o con le tagliatelle o con gli spaghetti avanzati dal giorno prima, da primavera in avanti, che consumavo tiepida al rientro da scuola.
L'ho preparata lunedì a pranzo, aveva lo stesso sapore, anche se la nonna avrebbe detto, come faceva sempre quando si trattava di un "suo cavallo di battaglia", che era buona, ma non certo uguale...
E

Ingredienti:
- pasta cotta avanzata;
- 2 uova (per 150 g di pasta cotta);
- sale q.b.;
- olio evo.



Sbattete le uova con un pizzico abbondante di sale (ricordatevi che la pasta già cotta è sempre un po' insipida), unite la pasta e mescolate bene.
In una padella antiaderente scaldate un goccio d'olio e poi versate la frittata lasciando cuocere circa cinque minuti prima di girarla e continuare la cottura dall'altro lato.










venerdì 17 luglio 2015

Uovo in camicia su crema di piselli e basilico, 
pinoli tostati e bottarga

Mancano ormai solo quindici giorni prima che mi trasferisca nelle Marche per tre settimane. Biscotto (il cane) è già là che mi aspetta, così come tutti i lavori lasciati incompiuti l'anno scorso (devo finire di stuccare, verniciare...).
Voi siete già in vacanza?
Vi lascio questa ricetta e un bacio.
E

Ingredienti (per 2 persone):
- 150 g piselli;
- 1/2 scalogno;
- 2 uova;
- 1 pugno di pinoli;
- 1 ciuffo di basilico;
- pepe nero;
- bottarga;
- olio evo;
- sale q.b.

In un tegamino cuocete i piselli, con lo scalogno a fettine, un pizzico di sale e un mezzo bicchiere d'acqua per circa 5 minuti dal bollore.
Frullate il tutto nel mixer, aggiungendo un goccio d'olio, un pizzico di pepe, 6 foglie di basilico e aggiustate di sale.
Intanto tostate velocemente i pinoli su una pentola antiaderente e preparate l'uovo in camicia (il mio questa volta non è venuto un granché, potete fare di meglio!).
A questo punto disponete un cucchiaio di crema su un piatto, adagiatevi l'uovo, salate leggermente, grattugiate la bottarga, e decorate con i pinoli e del basilico fresco, finendo con un filo d'olio a crudo.