giovedì 31 luglio 2014

Trota salmonata ai ferri con patate novelle al prezzemolo e capperi

A chi abita in un posto dove non ha piovuto almeno una volta tutti i giorni nelle ultime due settimane, potrà sembrare un pesce un po' da montagna, ma le vacanze non sono solo al mare, e il pesce neanche!
Io, trovandomi ancora in "pianura" fino a venerdì, ed essendoci una temperatura autunnale, ieri a pranzo ho mangiato così:


Ingredienti:
- 1 filetto di trota salmonata;
- 300 g di patate novelle;
- un ciuffo di prezzemolo;
- una dozzina di capperi;
- olio evo;
- pepe nero;
- sale q.b.

Lavare con cura le patate (perché delle novelle si mangia anche la buccia), lessarle per circa 25 minuti (controllando la cottura con una forchetta), scolarle e lasciarle intiepidire. Condirle con un trito di prezzemolo, i capperi, un pizzico di sale, del pepe nero macinato e due/tre cucchiai di olio extra vergine di oliva.
Cuocere il filetto ai ferri o sulla bistecchiera per circa 5/6 minuti per lato senza toccarla; salare alla fine.



domenica 27 luglio 2014

Fusilli ricotta e zucchine

Questo è per me un classico, non mi ricordo se sia stata un'idea della nonna o della mamma, fatto sta che al mare si mangia questa pasta almeno una volta alla settimana, complice l'orto e un negozio dove si può trovare la ricotta fresca di capra e di pecora...

Ricetta (per 4 persone):
- 2 etti di ricotta fresca di capra/pecora;
- 4 zucchine;
- 1 spicchio d'aglio;
- un pugno di pinoli;
- pepe nero;
- olio evo;
- sale q.b.

In una padella mettere a scaldare un goccio d'olio con lo spicchio d'aglio (vestito, schiacciato) e i pinoli; quando inizia a soffriggere aggiungere le zucchine tagliate a rondelle, salare e cuocere per circa un quarto d'ora.
Mentre la pasta bolle, disporre la ricotta a "fettine" sul fondo del piatto di portata, condirla con una spruzzata di pepe e un goccio d'olio (se la ricotta è di pecora o capra generalmente è abbastanza saporita e non va aggiunto sale...).
Scolare la pasta e versarla nel piatto, aggiungere le zucchine e mescolare delicatamente con due cucchiai.



giovedì 24 luglio 2014

Gazpacho


Una ricetta veloce da fare, fresca e molto adatta a queste sere calde in cui si può proprio evitare di accendere i fornelli. 
Fantastico con un bicchiere di vino bianco...

Ingredienti (per 4-6 persone):
- 1 peperone;
- 4 pomodori;
- 1 cetriolo;
- 1 panino raffermo;
- 1/2 cipolla;
- peperoncino;
- olio evo;
- sale q.b.
- pane in cassetta;
- sedano;

Pelare il peperone e il cetriolo. Affettare tutta la verdura e disporla nel frullatore. 
Mettere a bagno in una ciotola il panino; quando sarà diventato morbido, strizzarlo molto bene e aggiungerlo insieme ad una spruzzata di peperoncino, un pizzico di sale e 4 cucchiai d'olio nella ciotola con gli altri ingredienti. Frullare il tutto.
Assaggiare, regolare di sale e mettere per almeno mezz'ora in frigo. 
Servire con dei gambi di sedano e delle fettine di pane insaporite con olio, sale e pepe bianco e poi tostate.







sabato 19 luglio 2014

Plumcake alle more e foglioline di menta


La "prova del nove" della vacanza è l'avere il tempo per fare colazione come si deve: possibilmente non scendendo le scale di casa, non masticando biscotti mentre siete fuori col cane e, inevitabilmente, incontrate qualcuno che si aspetta che non abbiate la bocca piena mentre gli state parlando e non in ufficio, perché poi suona di sicuro il telefono!
Se siete in vacanza, dunque, cimentatevi in questo plumcake...
Buon weekend!
E

p.s.: se non lo finite prima, coperto con uno strofinaccio dura anche due o tre giorni.

Ingredienti:

- 350 g farina;
- 250 latte;
- 150 zucchero;
- 130 g burro;
- 2 uova e 1 tuorlo;
- un pizzico di sale;
- due pugni di more;
- qualche fogliolina di menta;
- una bustina di lievito;
- la scorza di un limone.

Tirare fuori dal frigo il burro perché si ammorbidisca. Quando è abbastanza tenero, unirvi lo zucchero, un pizzico di sale e mescolare con le "fruste" o con una forchetta, finché non si ottiene una crema morbida.
Sbattere le uova e il tuorlo, aggiungervi il latte, il lievito e unire il tutto alla crema di burro.
Aggiungere la scorza di limone grattugiata e, poco alla volta, mescolando con un cucchiaio di legno, la farina setacciata e, in ultimo, le foglioline di menta e le more.
Versare il composto in uno stampo imburrato e infarinato; cuocere nel forno preriscaldato a 180 °C per circa 45 minuti (fare la prova con lo stuzzicadenti).




mercoledì 16 luglio 2014

Tonno scottato con semi di sesamo


Milano inizia a svuotarsi, ieri in posta ho impiegato solo venti minuti, invece dei consueti quaranta, la sera sono tornata a casa, ho preparato (e mangiato) la ricetta di oggi, ho parlato con un'amica su Skype, steso la lavatrice, sradicato una famigliola di moscerini della frutta dal cestino dell"umido", ed era già mezzanotte. Fra poco, dunque, sarà già agosto ;)
E

Ingredienti:
- un trancio di tonno;
- semi di sesamo;
- insalata;
- pomodorini;
- limone;
- olio evo;
- sale q.b.

Scaldare la bistecchiera; tagliare il tonno a tocchetti, passarlo nei semi di sesamo, scottarlo per poco da ambo i lati, salare e appoggiare sull'insalata con i pomodorini, precedentemente condita con olio, un pizzico di sale e una spruzzata di limone, finire con un filo d'olio.




lunedì 14 luglio 2014

Crema pasticcera con frutti di bosco


Reduce da una giornata a caccia di mirtilli in Val d'Ossola, sono tornata con un bottino magro, e allora ho preparato la crema pasticcera come la faceva la nonna: versata calda in delle coppette bagnate con l'acqua (perché dopo si stacchi), lasciata raffreddare e poi messa in frigo per qualche ora, rovesciata su un piatto, decorata con i frutti di bosco e mangiata davanti alla finale dei Mondiali!

Ingredienti (per due coppette):
- 3 tuorli;
- 30 g di farina;
- 60 g di zucchero;
- 300 ml di latte;
- scorza di un limone;
- frutti di bosco.

In un pentolino scaldare il latte con la scorza di limone; intanto, in un altro, sbattere i tuorli con lo zucchero e aggiungere la farina. Ora spostare anche questo pentolino sul fuoco e, sempre mescolando, versare il latte filtrandolo con un colino. Portare all'ebollizione e, quando la crema si sarà solidificata abbastanza, versarla in delle coppette appena prima sciacquate con dell'acqua. Aspettare che la crema si raffreddi, metterla in frigo un paio d'ore e decorare con i frutti di bosco.



venerdì 11 luglio 2014


Arancini di riso venere con gamberoni e salsa alla menta
(Contest "RisoTtiamo" - Riso Gallo) 

Questo è il primo concorso a cui partecipa il Topicco!!!
Purtroppo quando ho preparato la ricetta fuori diluviava che sembrava novembre, e la luce delle foto non è un granché, però il risultato vi assicuro essere davvero "goloso".
Dunque, votate la ricetta http://www.risottiamo.org/ricetta/121, che sul sito del concorso è per ora "zoppa" (senza foto e solo con parte degli ingredienti), anche se mi hanno promesso di aggiustarla e, soprattutto, cimentatevi anche voi!
Baci
E

P.s.:  il premio consiste in una fornitura (quasi perenne) di riso Gallo e nel conoscere lo Chef Bruno Barbieri!


Ingredienti (per 12 arancini):
- 300 g riso venere;
- 12 gamberoni;
- 2 uova;
- pan grattato;
- sale q.b.;
- olio di semi per friggere.

Per la salsa:
- 1 vasetto di yogurt magro da 125 g;
- 1 cucchiaio di olio evo;
- 8 foglie di menta;
- 1 pizzico di sale.

Cuocete il riso venere 20 minuti circa; scolatelo bene e lasciatelo asciugare.
Intanto sbollentate i gamberoni per un paio di minuti e sgusciateli.
Tenendo una mano a coppetta, ponetevi un cucchiaio di riso venere, ponete al centro un gamberone, ricoprite con un altro cucchiaio di riso e compattate con entrambe le mani, creando una pallina allungata. Delicatamente passatela in una prima fondina, dove avrete sbattuto le uova e, poi, in una seconda, dove avrete versato il pangrattato, impanando una seconda volta.
In una pentola dai bordi alti scaldate l'olio e, quando è ben caldo, deponetevi, con l'aiuto di un cucchiaio, gli arancini, uno alla volta, friggendoli per alcuni minuti, girandoli di tanto in tanto, finché non saranno diventati dorati. 
Scolateli su carta assorbente, salateli e serviteli accompagnandoli con una salsa alla menta ottenuta frullando insieme lo yogurt, un cucchiaio d'olio evo, un pizzico di sale e qualche foglia di menta.



mercoledì 9 luglio 2014

Bucatini acciughe, limone e pinoli in "fondina" di pomodoro


D'estate per me la pasta dev'essere profumata e colorata, buona che si mangia anche il piatto, soprattutto se il piatto è un pomodoro!
Qui ho condito i bucatini con acciughe, scorza di limone e prezzemolo, ma potete anche usare del pecorino, olive e menta, oppure un trito di prezzemolo e del pesce bianco...insomma largo ai condimenti leggeri, ma saporiti!

Ingredienti (per 4 persone):
- 4 pomodori;
- 280 g bucatini;
- 1 cucchiaio di pinoli;
- un ciuffetto di prezzemolo;
- la scorza di mezzo limone;
- peperoncino in polvere;
- 4 acciughe sott'olio;
- 1 spicchio d'aglio;
- 3 cucchiai di pangrattato;
- olio evo;
- sale q.b.

In una padella rosolare lo spicchio d'aglio a fettine con un goccio d'olio, aggiungere le acciughe e la scorza di limone (senza la parte bianca!) tagliata a pezzettini; lasciar sciogliere le acciughe mescolando con un cucchiaio di legno e spegnere la fiamma.
In un'altra padella, scaldare un cucchiaio d'olio, aggiungere il pangrattato e i pinoli, un pizzico di sale e una spolverata di peperoncino, e tostare il tutto per qualche minuto finché il pangrattato non diventa dorato.
Tagliar via la parte alta del pomodoro, svuotarlo, privandolo dei semi e condirlo con un filo d'olio e un pizzico di sale.
Cuocere la pasta 2/3 del tempo indicato sulla confezione, scolare e farla saltare qualche minuto nella pentola con l'olio e le acciughe, aggiungere il pangrattato con i pinoli, il prezzemolo tritato, riempire, aiutandosi con un forchettone, le "fondine" di pomodoro e finire con un filo d'olio a crudo.




sabato 5 luglio 2014

Riso basmati al curry e peperoni gialli


Che sonno! 
Prima di andare a dormire, però, vi voglio lasciare questa ricetta di cui vado particolarmente ghiotta, sperando che l'India intera non si rivolti...

Ingredienti (per 4 persone):
- 280 g di riso basmati;
- 1 peperone giallo;
- 1/2 cipolla bionda;
- 100 ml di panna fresca o latte di cocco;
- 2 cucchiaini di curry;
- olio evo;
- sale q.b.

In una pentola soffriggere la cipolla con un goccio d'olio, fino a che non diventa dorata e aggiungere il peperone (sbucciato, così rimane più leggero, e tagliato a dadini); salare e cuocere a fiamma viva per un paio di minuti . 
Aggiungere il riso (lasciato in ammollo per 20 minuti e poi ben sciacquato sotto l'acqua fredda), due cucchiaini o più di curry, la panna, mescolare e aggiungere dell'acqua che deve appena superare il livello del riso. 
Portare velocemente a bollore, abbassare la fiamma al minimo e coprire col coperchio. Cuocere dieci minuti, regolare di sale e lasciar riposare altri dieci.



giovedì 3 luglio 2014

Melanzane della Nonna


Queste sono le melanzane fritte che preparava la mia nonna d'estate.
A me piacciono con di fianco un'insalata con pomodori e cetrioli, o come aperitivo con un bel bicchiere di vino...in qualsiasi modo le serviate, comunque, non avanzeranno!!!
E

Ingredienti (per 4 persone):
- 2 melanzane allungate;
- 2 uova;
- 250 g di pangrattato;
- olio di semi per friggere;
- sale q.b.

In una fondina sbattete le uova con una forchetta. Passatevi le fette di melanzana (con h circa 3-5 mm), da entrambi i lati,  e poi nel pangrattato versato in un altro piatto.
In una padella fate scaldare l'olio e, quando è ben caldo, friggete le melanzane qualche minuto per lato, finché non assumono un colore dorato. Scolate su carta assorbente e salate alla fine.





martedì 1 luglio 2014

"Millefoglie" di piada mediterranea

  
Dopo un weekend passato a mangiar focaccia a casa di Chiara (vi ricordate la mia amica genovese? v. http://iltopicco.blogspot.it/2014/05/pesto-ligure-ce-chi-lo-prepara-col.html)
Ieri a pranzo, non potendo così bruscamente separarmi dai carboidrati, ho deciso di optare per una rivisitazione della piadina in una versione "Millefoglie".
Provatela è semplice, e davvero buonissima!
E

Ingredienti (per due "Millefoglie"):
- 2 piadine;
- una melanzana e una zucchina;
- uno spicchio d'aglio;
- 100 g di stracchino o squacquerone;
- basilico;
- olio evo;
- sale q.b.

Dopo aver salato e sciacquato la melanzana per toglierne l'amaro (per il procedimento v. http://iltopicco.blogspot.it/2014/06/maltagliati-con-melanzane-pomodorini-e.html), tagliatela a dadini e mettetela a cuocere in una padella dove avrete scaldato un goccio d'olio con uno spicchio d'aglio ("vestito" e schiacciato). 
Intanto, tagliate anche la zucchina sempre a dadini e, dopo 5 minuti, unitela alla melanzana; salate e continuate la cottura per un altro quarto d'ora circa, a fiamma bassa, col coperchio.
Premendo con il coppapasta, ricavate 4 dischetti da ciascuna piadina, che passerete su una pentola antiaderente calda un minuto per parte.
Spalmate lo stracchino/squacquerone su un lato di ciascun dischetto. Disponete i dischetti "a salire", farcendo con due cucchiaini di verdure.
Guarnite con un altro poco di verdure sulla sommità, finite con una fogliolina di basilico e un filo d'olio.