mercoledì 28 maggio 2014

Tarte Tatin
di pomodori con olive taggiasche e capperi


Leggenda vuole che la torta "Tatin" sia nata in Francia nel 1800 dall'errore di una delle sorelle Tatin che gestivano un ristorante.
Una delle due sorelle, infatti, preparando una torta, dimenticò di porre la pasta frolla al di sotto delle mele e, per rimediare all'errore, la pose sopra...
Tuttavia, la torta piacque e, in onore della sbadata autrice, le fu dato il nome di "Tatin".
Direttamente da un numero della Cucina Italiana del 2013, questa torta salata leggerissima oltre ad essere bellissima, se si ha un po' di riguardo a girarla a metà cottura, è anche molto semplice da preparare: ora tocca a voi!

Ingredienti (torta per 6/8 persone):
- una dose di pasta sfoglia;
- 10 pomodori ramati;
- due cucchiaini di olive taggiasche sott'olio;
- 3 cucchiaini di capperi sotto sale;
- foglioline di basilico/origano fresco;
- olio evo;
- sale q.b.

Sciacquate i capperi e metteteli a bagno in un bicchiere.
Intanto, sbollentate i pomodori per 2 minuti, sbucciateli, tagliateli a metà e rimuovete tutti i semi;
Ungete con un filo d'olio una tortiera ( 28 cm) e cospargetela con un pizzico di sale; disponete i pomodori con la parte tagliata verso l'alto, conditeli con sale e un altro filo d'olio.
Coprite i pomodori con la pasta sfoglia rimboccando i bordi all'interno; condite con ancora un filo d'olio, un pizzico di sale e bucherellate la pasta con una forchetta.
Infornate la torta a 190 °C per 15 minuti, rovesciatela, aiutandovi con un vassoio, o un grande coperchio, e proseguite la cottura per un'altra mezz'ora.
Scolate i capperi, asciugateli con cura e friggeteli un paio di minuti nell'olio di arachidi finché non diventano croccanti.
Servite la Tarte Tatine guarnendola con i capperi, le olive a pezzetti, le foglioline di basilico e un filo d'olio. 



Nessun commento: