sabato 17 maggio 2014

Crostata al limone


I dolci con la crema al limone abbastanza forte come questo mi ricordano molto quelli mangiati in Inghilterra...
La scorsa estate sono arrivata con il traghetto da Calais e ho girato in macchina per le famose b-roads del Sud (piccole strade panoramiche in mezzo alla campagna).
Il momento del tè a merenda è capitato più di una volta, dato che nei paesini che si incontrano magari non c'è nulla, ma c'è senz'altro un caffè (sarebbe più logico chiamarlo un tè...) che serve magnifiche torte e biscotti rigoramente pieni di burro e rigorosamente accompagnati, appunto, dal tè.
Oggi vi lascio qualche foto della campagna inglese e la ricetta di questa crostata al limone, da accompagnare - se vi piace - al tè, rigorosamente alle 5...



Per  la pasta (⌀ 28 cm):
- 200 g di farina;
- un pizzico di sale;
- 70 g burro (freddo);
- 80 g zucchero;
- scorza di limone grattugiata;
- 1 uovo.

Per la crema:
- 120 ml di panna;
- 4 uova;
- 150 g di zucchero;
- il succo di due limoni.


Fate una montagna con farina, sale e zucchero; aggiungete il burro tagliato a dadini, la scorza di limone e rompete nel centro l'uovo. Impastate velocemente e riponete il panetto avvolto nella pellicola in frigorifero per circa mezz'ora.
In un pentolino riscaldate a fuoco basso la panna. Intanto, in una ciotola sbattete le uova con lo zucchero e aggiungete il succo di limone. Unite la panna intiepidita.
Stendete la pasta e adagiatela in una tortiera ricoperta con un foglio di carta da forno; cuocete alla cieca (con un altro foglio di carta da forno sopra, coperto di riso/legumi secchi) a 190 °C per 10 minuti. Estraete la tortiera dal forno, versate la crema e continuate la cottura per altri 30 minuti circa a 180 °C.
Lasciate raffreddare completamente e spolverate la superficie con lo zucchero a velo.
Conservatela in frigorifero (al massimo due o tre giorni).




Nessun commento: