sabato 12 aprile 2014

Brunch domenicale


Per scrivere questo post sono andata a documentarmi sulle origini di questo pasto a cavallo tra la colazione e il pranzo (il nome è infatti la crasi di breakfast e lunch) che pare siano da collocarsi negli Stati Uniti degli anni '70.
Nato per soddisfare gli orari non troppo mattutini delle star negli hotel di New York, Miami, Los Angeles, San Francisco, il brunch si è poi diffuso con grande successo dappertutto negli anni a seguire.
 Io lo interpreto come una rivincita sulle colazioni infrasettimanali consumate in fretta e in piedi, dove si mangia un po' di tutto senza un ordine preciso, dolce e salato insieme, con una tazzona di caffè americano e una spremuta d'arancia...
  Queste sono le foto e le ricette di quello che ho preparato la scorsa domenica (eravamo sette).
Buon weekend a tutti!

Un ringraziamento speciale alle ragazze che hanno mangiato tutto e mi hanno coperto di regali!
E

- Caffè americano: preparare una caffettiera da 6 tazze e intanto scaldare dell'acqua in un pentolino (circa 500 ml); allungare con l'acqua il caffè e versarlo in una brocca resistente al calore che potrete lasciare sul fuoco al minimo per mantenerlo caldo;

- Spremuta di arance e succo di pompelmo: per la prima spremere semplicemente otto arance; per il succo di pompelmo spremere 5 pompelmi e unirvi circa 300 ml di acqua tonica. Io le ho servite in delle "bottiglie di vetro per il latte";



- Tramezzini tonno e cipolline: nel mixer unire 400 g di tonno sott'olio sgocciolato, tre cucchiai di maionese, un pizzico di sale e un pizzico di peperoncino, una spruzzata di limone e un goccio d'olio. Alla crema ottenuta unire mezzo barattolo di cipolline sott'aceto ben scolate, mescolare e spalmare su una fetta di pan carrè per poi chiuderla con un'altra.


- Pizzette al timo e pizzette con capperi: a brevissimo la ricetta!!




Nessun commento: